La partenza dell'itinerario è fissata a Valcanale, da un piccolo parcheggio situato proprio dove termina la strada pubblica, vicino agli ex impianti di risalita. Ci si incammina per la sterrata in direzione Rifugio Alpe Corte, che verrà raggiunto in circa 40 minuti camminando di buon passo. In prossimità del Rifugio si prosegue a sinistra sul sentiero n. 218, raggiungendo facilmente, una dopo l'altra, due malghe provviste di cascina. Subito più avanti è situato il laghetto Branchino, solitamente molto affollato, posto proprio sotto il Passo Branchino, raggiungibile in 5 minuti e situato a mt.1821. I cartelli indicatori permettono tre possibilità: la discesa verso Roncobello, la salita verso il Passo di Corna Piana e il sentiero dei fiori n. 222, inizialmente quasi pianeggiante, che va imboccato per raggiungere la nostra meta. Il sentiero dei fiori, tutelato per la varietà di flora che vi si trova, prosegue attraversando anche un paio di grossi ghiaioni per raggiungere poi il Rifugio Capanna 2000. Da dietro il Rifugio si prosegue in costa sull'evidente crinale, inizialmente erboso, e che porta ad un'anticima dell'Arera; spostandosi leggermente a destra con piccola discesa si raggiunge una grossa insenatura comunque provvista di scala in ferro, con  corde e catene di sicurezza, che è facilmente superabile. Oltrepassato questo punto, nel giro di pochi minuti è possibile raggiungere la vetta del Pizzo Arera, da cui si gode un panorama incredibile fino alle alpi retiche a Nord, mentre a Sud, se la giornata è limpida, si intravedono i primi Appennini Emiliani. Vi rimando alla sottostante galleria fotografica che documenta una mia escursione effettuata qualche anno fa.



Estratto dalla cartina KOMPASS 104 Foppolo - Valle Seriana

Gita escursionistica al Pizzo Arera

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.