Vetta Pizzo Recastello

Partendo da Valbondione,  si percorre il sentiero che in un paio d'ore porta al rifugio Curò: da qui si segue la mulattiera che costeggia la diga del Barbellino, che raggiunge il lago naturale del Barbellino e il rifugio omonimo;  in prossimità della cascata e nei pressi  di un piccolo ponticello in legno, un cartello indica il bivio per il rifugio Tagliaferri definito "sentiero Naturalistico del Curò n. 321". Si imbocca il sentiero a destra che inizialmente risale abbastanza ripido e per un breve tratto quasi pianeggiante,  si supera un secondo salto e proseguendo si raggiunge, dopo un'ulteriore ripida salita, il bivio per il pizzo Recastello sulla sinistra. Si sale per il versante superando un ampio ghiaione fino all’attacco del canalino finale, attrezzato con qualche catena fissa, che  porta in cresta ovest. Da qui  si continua sulla cresta fino a raggiungere la vetta in 5 minuti circa.
Dalla vetta si ammira un ampia visuale su Pizzo Coca e Pizzo Redorta,  Pizzo del Diavolo della Malgina, Monte Gleno, Pizzo dei Tre Confini,  Monte Torena  e ovviamente un'ampia veduta sulla grande vallata del Barbellino. La mia galleria fotografica mostra le spettacolari angolazioni regalate dalla bella giornata autunnale.

Gallery for Vetta Pizzo Recastello

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione dell'utente. Navigandolo accetti.